Asilo San Giuseppe Fondazione Civica

Asilo San GiuseppeL’8 febbraio 2020 saremo in piazza a dimostrare vicinanza ai lavoratori e alle famiglie, l’invito è esteso a tutte le forze politiche e a tutti i cittadini. L’appuntamento è per tutti dalle ore 10:00 alle ore 16:00

Ecco di seguito il Comunicato Stampa inviato alle testate giornalistiche del territorio:

La Lega di Arcore esprime la sua piena vicinanza alle famiglie che hanno scelto il percorso educativo dell’asilo San Giuseppe nonché alle insegnanti che in questi anni hanno messo anima e corpo per renderlo una eccellenza educativa locale.

Per questa ragione l’8 febbraio scenderemo in piazza, accanto e a sostegno di genitori ed insegnanti, prima da cittadini e solo poi come gruppo Lega, affinché si faccia davvero tutto il possibile per evitare la fine già preannunciata della Fondazione.

Questa, come molte altre questioni che riguardano e coinvolgono gli interessi di cittadini e lavoratori sono per la Lega la priorità e sono battaglie che continueremo a combattere senza sosta.

Già in passato, da oltre un anno, la Lega di Arcore aveva sollevato le sue perplessità in merito alla gestione della struttura, liquidate tuttavia dall’Amministrazione come paure infondate, tanto che, a novembre 2019, l’Assessore Palma pubblicamente, sia in Consiglio Comunale che mediante dichiarazione sui giornali, aveva rassicurato la popolazione, sostenendo che il San Giuseppe sarebbe rimasto aperto.

E invece, ieri, dopo soli 2 mesi, con una email ai genitori (e solo di conseguenza agli insegnanti) è stata comunicata la cessazione dell’attività dell’asilo a partire dal prossimo anno scolastico, per la poca liquidità e le conseguenti difficoltà economiche.

Come mai si è arrivati a questo punto? Come mai questo cambio di rotta nel giro di pochi mesi? Come verranno tutelati i lavoratori e insegnanti della struttura? Come verranno tutelati e garantiti i diritti ai già iscritti? Quale assistenza verrà data ai minori per evitare loro turbamenti a fronte dell’eventuale cambio di compagni, educatori e metodo educativo?

Domande a cui ieri sera abbiamo tentato di dare risposta, unendoci a personale, mamme e papà dei bambini iscritti e che, spontaneamente, si sono recati in Largo Vela, per chiedere delucidazioni a Sindaco e membri della Giunta in quel momento presenti in Comune, sulla scelta, arrivata come un fulmine a ciel sereno, di chiudere l’asilo.

In quella circostanza abbiamo assistito al grottesco tentativo dell’Amministrazione di lavarsi le mani sulla questione, dove il Sindaco, accettando – di buon cuore – di sentire una delegazione composta da alcuni insegnanti e alcuni genitori presenti, ha scaricato la responsabilità sul Consiglio Di Amministrazione della fondazione cui lei, a suo dire, sarebbe estranea.

Falso! I membri del CDA sono a nomina diretta del Sindaco stesso, che nel corso della sua amministrazione e ormai dal 2011, ha scelto compiutamente a chi affidare la gestione della struttura portata alla rovina.

E difatti, per ben due volte (l’ultima solo qualche mese fa), è stata rifiutata la candidatura a membro del CDA, del nostro Segretario, Laura Besana (anche grazie all’appoggio di chi ha prestato una spalla presentando un candidato differente, nonostante i diversi accordi intrapresi in precedenza) benché ne avesse i requisiti: forse avrebbero voluto tenere cittadini e lavoratori all’oscuro della questione il più possibile?

Lascia ancora più perplesso il consiglio rivolto ai presenti di iscriversi all’asilo, di nuova costruzione e prossima provvidenziale apertura, presso le Torri nel Parco: nessuno si è posto il problema delle difficoltà di chi, arrivando da oltre la rete ferroviaria, potrà raggiungerlo comodamente, a seguito della chiusura (ormai prossima) del passaggio a livello, solo attraverso il passaggio pedonale (ancora in costruzione).

La facilità con cui questa Amministrazione ha svenduto le eccellenze del nostro territorio, con cui ha, senza battere ciglio, assistito e contribuito ormai da anni alla decadenza del paese, con cui resta indifferente dinnanzi alle volontà, richieste e istanze dei propri cittadini, è veramente disarmante.

Asilo San Giuseppe

Lega per Salvini Premier – Sezione di Arcore

Noi seguiremo questa vicenda, seguiteci

Lascia un commento